Impasto base della pizza Base pizza dough

IMG_7738Dopo numerosi tentativi, e dopo aver provato decine di ricette trovate su libri e siti web, ho perfezionato questa, che risulta molto croccante ma non secca, ben digeribile e con il giusto grado di umidità.

Ingredienti per circa 3 persone:

  • 200 gr farina 0
  • 100 gr di farina Manitoba
  • 200 gr semola rimacinata di grano duro
  • 275 gr acqua tiepida
  • 1 panetto di lievito di birra (25gr)
    o una bustina di lievito di birra disidratato
  • 1 cucchiaio di malto d’orzo (o zucchero semolato)
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 40 gr di olio extravergine d’oliva

Sciogliere il lievito in acqua tiepida, aggiungere il malto (o lo zucchero) e l’olio e frullare leggermente. Aggiungere tutta la farina setacciata e amalgamare bene. Per ultimo, aggiungere il sale, e impastare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. (Con l’impastatrice servono circa 3-4 minuti, a mano circa 7-8). L’impasto è pronto quando, premendo sulla superficie con un dito leggermente infarinato, la pasta rimbalza indietro dopo pochi secondi senza lasciare quasi traccia.

Mettere in una terrina capiente leggermente unta di olio, coprire con pellicola trasparente e mettere a lievitare per almeno 2 ore nel forno spento ma con la luce accesa.
Trascorso il tempo riprendere la pasta e manipolarla un po’ per farla sgonfiare poi, se si ha tempo, lasciare lievitare (coperta) per un’altra ora.
Infine dividere l’impasto in 3 o 4 parti (con questa dose io ottengo 2 teglie da forno intere più una teglia un poco più piccola), ungere le teglie con un po’ di olio e stendere la pasta con le dita fino a farla allagare per tutta la teglia, ottenendo uno spessore circa di mezzo centimetro scarso.
E’ meglio non usare la carta forno altrimenti il fondo dalla pizza non cuoce a dovere.
Condire a piacere e lasciare lievitare circa altri 30 minuti prima di infornare. Impostare la temperatura al massimo consentito dal vostro forno, e cuocere nel ripiano centrale per circa 15 minuti, finché il condimento non risulta ben cotto e la pasta inizia a colorare bene senza seccare troppo.

Download PDF

Lascia un commento